nei fiordi della Cordillera di Darwin

Crociere in barca a vela nella Terra del Fuoco Cilena (Capo Horn, Ghiacciai della Cordillera di Darwin) e Antartide

 

Crociere a vela a Capo Horn e Patagonia

015

Navigare nei fiordi della  Terra del Fuoco Cilena è una esperienza unica. Sarete partecipi di un teatro naturale fatto di scenari maestosi, in particolare nella Cordigliera Darwin dove i fiordi terminano su ghiacciai a strapiombo. Quello che qui più può stupire è il repentino, violento, cambiamento climatico: questa la prima impressione. Poi si può cogliere la poesia del luogo: nel mare i cormorani, i delfini australi, i leoni marini, le orche ed a volte le balene che migrano; nei boschi fuegini la beltà degli alberi bandiera, il Notro con i suoi fiori di fuoco, la policromia dei licheni, i castori, il martin pescatore e il carpintero (picchio) gigante patagonico; tra le vette il condor delle Ande. Navigare nel Beagle, lungo lo stesso epico tragitto di Fitzroy e Darwin, è una esperienza coinvolgente ed unica.

Riguardo Capo Horn alla vela, da sempre esercita un’attrazione particolare sugli spiriti irrequieti e avventurosi. Il mitico Capo, l’Everest dei velisti, fu teatro di terribili naufragi e di grandi imprese. In questa navigazione si potranno osservare in volo radente superbi albatros e procellarie giganti. Meteo permettendo, a Caletta Leon si potrà scendere a terra per visitare la stazione della Armada Cilena e farsi timbrare il passaporto con il logo di Capo Horn. Inoltre approfittare per visitare nel promontorio sud, dove gli oceani Atlantico e Pacifico si incontrano,  il grande monumento dedicato all’albatros e la stele con il poema di Sara Vial. La navigazione, che parte da Puerto Williams o Ushuaia, prevede uno scalo a Puerto Toro, la comunità più australe nel mondo, dopo di chè a seconda delle condizioni climatiche si potrà dare fondo nella caletta Martial o Maxwell.

A sud di Capo Horn, l’Antartide è la successiva meta: circa 500 miglia di navigazione attraversando il famigerato Stretto di Drake. Nel “Pasaje Drake” le condizioni di navigazioni possono essere le più disparate, con un mare dal respiro tranquillo o con impressionanti onde alzate dal tempestoso vento proveniente dai settori occidentali. Dopo qualche giorno, superata la linea circumpolare della Convergenza Antartica (o Zona del Fronte Polare nella media ubicata attorno a lat. 58°S) e l’arcipelago delle Shetland del Sur, si iniziano ad avvistare i primi iceberg che annunciano l’ingresso alla Penisola Antartica. Si possono visitare siti storici (stazioni baleniere del principio del secolo o luoghi di invernaggio dei primi esploratori), basi scientifiche o semplicemente godere degli spettacolari scenari paesaggistici di questo remoto continente. Nella Penisola Antartica, in poche ore di navigazione da un ancoraggio all’altro, si possono incrociare balene, capodogli ed orche mentre a terra o nelle baie gli elefanti marini, le foche di Weddel , le foche leopardo e varie specie di colonie di pinguini.

Per info:

http://www.velaallafinedelmondo.com/ 

E-mail: experenciaaustral@yahoo.com

FOTO di Capo Horn e Patagonia, fiordi dei ghiacciai della Cordillera Darwin